Rito Alfredo Corbo (1933 – 2000)

Rito Alfredo Corbo, nato a Ponte nell’anno 1933 e domiciliato in contrada Colli. All’età di 16 anni iniziò a frequentare la comunità evangelica di Ponte e dopo pochissimo tempo si convertì al Signore. La sera del 10 Dicembre 1949 fu battezzato di Spirito Santo. Nel 1950 fece il battesimo in acqua. All’epoca frequentava l’Istituto Magistrale nella città di Benevento. Al tempo era molto raro frequentare una scuola superiore. Egli dovette subire anche varie resistenze da parte dei fratelli della comunità, in quanto, interpretando erroneamente il versetto: “La lettera uccide mentre lo Spirito vivifica”, sostenevano che la cultura non fosse stata edificante neppure da parte di Dio. Il Signore aveva un piano per lui. Intanto il fratello Rito Corbo collaborava con il fratello Guglielmucci e con il fratello Giuseppe Montano. Fu pastore della comunità di Casalduni fino all’anno 1962.
Nonostante avesse un titolo di studio importante a quel tempo e facesse vari concorsi per trovare un lavoro, ogni strada gli si chiudeva. Allora il Signore gli pose in cuore di servirLo a tempo pieno.
Nell’anno 1962 fu mandato a Matinella e Casalvelino (SA) per curare queste due comunità.
Nell’anno 1974 fu chiamato a Roma per insegnare all’I.B.I. Intanto dal 1974 al 1984 per ben dieci anni il fratello Corbo ogni venerdì scendeva a Matinella e vi rimaneva fino alla domenica per celebrare i culti a Matinella e Casalvelino. La domenica sera prendeva il treno a Vallo Scalo ed arrivava a Roma alle due del mattino. È stato direttore dell’I.B.I. e segretario del Consiglio Generale delle chiese A.D.I. per vari anni.