Giovanni Saginario (1890 – 1975)

Giovanni Saginario nacque a Pietrelcina il 3 Dicembre 1890. Emigrato negli Stati Uniti egli incontrò molte difficoltà di carattere familiare, come la morte del suo primogenito, colpito da meningite. Anche per sua moglie Reparata Jadanza non c’era alcuna speranza di guarigione nei medici, ma Dio intervenne e la guarì.
Ella, allora, si convertì a Cristo e divenne lo strumento per incoraggiare suo marito ad accettare l’Evangelo. Nel 1930 il fratello Saginario fu battezzato nello Spirito Santo, in un periodo in cui la salvezza raggiunse tanti credenti. Nell’immediato dopoguerra i coniugi Saginario tornarono a Pietrelcina per testimoniare nel loro paese natio ed il Signore onorò spesso con segni miracolosi la predicazione della Sua Parola. Rimasero in Italia per breve tempo, ma lavorarono alacremente, fondando la comunità di San Severo (FG) e predicando la Parola di Dio in 79 città della Campania e della Puglia. Nelle due occasioni, in cui il fratello Saginario incontrò i credenti di Andretta (AV), 22 persone hanno confermato di essere state guarite dal Signore. Dopo un’intensa campagna evangelistica in Italia, Giovanni Saginario tornò in America, ma rimase molto legato all’opera in Campania. Nel 1952, considerato il bisogno di avere un locale per la chiesa di Benevento, il fratello Saginario inviò un’offerta così abbondante che si riuscì, non solo ad acquistare un terreno e costruire il locale, ma anche a devolvere il rimanente come ulteriore offerta alle chiese consorelle. Il fratello Saginario fu promosso alla gloria il 21 Maggio 1975